29 novembre 2014

scorre il tempo

Nello scorrere del tempo non ci è dato di poter scegliere e fermare.
Esso continua ad andare regalandoci una varietà infinita di momenti e di sensazioni.
E quest'autunno è così intenso che vorrei poterlo trattenere.

Non v'è tristezza nella consapevolezza che l'inverno è alle porte; al contrario c'è la gioiosa gratitudine per ogni giorno di sole ben sapendo che uno scroscio violento potrebbe arrivare improvviso.
Mi lascio avvolgere dal tepore e i colori accarezzano i pensieri spennellandoli qua e là di ricordi...
La mente si distende in un crescendo tranquillo stemperandosi in dolcezze improvvise e inquietudini che adombrano per lo spazio di un soffio di vento: e le foglie cadono una ad una.
Si spoglia la natura e mostra rami secchi protesi verso il cielo.
Quanta pace in questo lento denudarsi.
Quanta serenità nel prepararsi ad accogliere la nuova fredda stagione.
Similitudini...


17 novembre 2014

Pensiero d'autunno

Fammi uguale, Signore, a quelle 
foglie moribonde che vedo oggi 
nel sole tremar dell'olmo sul più alto ramo.
Tremano sì, ma non di pena: è tanto
limpido il sole, e dolce il distaccarsi
dal ramo, per congiungersi sulla terra.
S'accendono alla luce ultima, cuori
pronti all'offerta; e l'angoscia, per esse,
ha la. clemenza d'una mite aurora.
Fa' ch'io mi stacchi dal più alto ramo
di mia vita, così, senza lamento,
penetrata di Te come del sole.

                                          Ada Negri




06 ottobre 2014

a volte nel web

Oggi mi sono imbattuta in una lettura gradevole "Sogno e realtà" sul blog Manuale di Mari
Ringrazio l'autore che seguo da tempo

05 ottobre 2014

l'autunno

Non mi va di aggiungere nulla su questa stagione piena di malinconia...
Oggi io stessa mi sento autunno





01 settembre 2014

Settembre

Qualche acciacco in più
Qualche nuvola in più
E un velo di malinconia


Sconfitti-Esasperatismo di Stelvio Gambardella


01 agosto 2014

Agosto

Si è concluso un luglio "anomalo" denso di cambiamenti meteo che hanno messo a dura prova le mie articolazioni e non solo.

Pur volendo far finta di nulla, nella testa rimbalzano le notizie della cattiveria umana e vorresti urlare per fermare le guerre, per spegnere l'odio...
Alla fine sai che puoi fare ben poco e preghi e speri che qualcuno rinsavisca,
Così, per ingannare il tempo e per lasciare una qualche traccia dei tuoi pensieri rivisiti il blog e butti giù qualche parola...






01 luglio 2014

Luglio

Ormai è diventato un rituale creare un acrostico per ogni mese,
Forse mancanza di fantasia oppure poca voglia di raccontarmi!
....



21 giugno 2014

Verso controverso - Montale

Connubio perfetto fra musica, parole e immagini. Questo video ha saputo dare risalto con stile ed eleganza al pensiero dell'ultimo Montale. Il brano musicale è magnifico e rende pienamente il senso della poesia in cui la fede, scaturita dall'amore terreno, irrompe e riesce a dare un senso persino alla visione più disincantata e tormentata dell'esistenza umana.



21 maggio 2014

Ciò che sto tentando di comunicarti


"Ciò che sto tentando di comunicarti non è qualcosa che mi è stato detto a parole, bensì una sorta di musica che ho ascoltato: è il suono creato dall'acqua che scorre, dal vento che soffia fra i pini, dal canto degli uccelli, dal silenzio della notte, dalla danza dei raggi di sole! È diffusa ovunque, ma si tratta di una musica: se non sei in grado di comprenderla, non riuscirai a capire ciò che dico, e continuerai a fraintendermi" 
                      Osho


13 maggio 2014

Onde


Qui è la lotta con se stesso del mare
che nelle cale livide si torce
si svelle dalla sua continuità,
s’innalza, manda un fremito e ricade.
Il mare, sai, mi associa al suo tormento,
il mare viene, volge in fuga, viene,
coniuga tempo e spazio in questa voce
che soffre e prega rotta alle scogliere.


                                             Mario Luzi




11 maggio 2014

Ho sceso dandoti il braccio

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
E ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, né più mi occorrono
Le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.
Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
Non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
Le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.

               E.  Montale

Klimt  Maternità


16 aprile 2014

basta un germoglio

Quando non riesci in alcun modo a indossare un sorriso e ti sforzi affinché tutto appaia normale.
Quando non c'è musica che che possa carezzare il tuo udito e da lì trovare un cunicolo per arrivare fino all'anima.
Quando tutto diventa greve e d'improvviso ti accorgi che la delicatezza del tuo sentire sa trasformare in poesia la cosa più banale e ti basta vedere spuntare un germoglio attraverso l'asfalto per riprendere a camminare in modo più spedito...




13 aprile 2014

Anche oggi sarà la mia storia


Anche oggi sarà dentro la storia

della mia vita. Ma non era l'oggi

che io volevo quand'ero bambina:

oggi è un oggi diverso, senza grida,

afono e grigio come una fontana.

Oggi è l'oggi di ieri manifesto

solo nel mio respiro prigioniero:

o larghe nubi come fonderei

volentieri il mio passo

dentro quel cielo che racchiude tutta

tutta l'avversità del mio destino.


                                     Alda Merini


10 aprile 2014

cammino...


Cammino su erbe lussureggianti di insetti, fastidiosi momenti da scacciare  con manate simili a pale di mulini a vento.

Grigiore del cielo oscurato da pensieri grevi, nubi che non sanno piovere e serbano scariche di elettricità.

Brontola in sordina la rabbia dell'impotenza.





16 marzo 2014

Tre fiammiferi

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L'ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia.


    Jacques Prévert


13 marzo 2014

La felicità

Fin quando dai la caccia alla felicità,
non sei maturo per essere felice,
anche se quello che più ami è già tuo.

Fin quando ti lamenti del perduto

ed hai solo mete e nessuna quiete,
non conosci ancora cos’è pace.

Solo quando rinunci ad ogni desiderio

e non conosci né meta né brama
e non chiami per nome la felicità,

Allora le onde dell’accadere non ti

raggiungono più e il tuo cuore
e la tua anima hanno pace.

                             Herman Hesse


07 marzo 2014

riapro


Dopo un lunghissimo periodo di assenza e chiusura del blog, sono tornata per renderlo visibile a chi vorrà visitarlo.
C'è da fare ancora molto lavoro per sistemare quanto pubblicato e non in precedenza.
Ne approfitto per offrire un fiore a ogni donna, rimarcando che per me conta quello che le donne hanno saputo fare nel corso degli anni, dalle conquiste sociali a quelle economiche e politiche.
Ma ancora di più voglio porgere un fiore a tutte le donne vittime di discriminazione e di violenza in ogni parte del mondo.