28 marzo 2007

Capogiro

Bla... bla... bla...
Radio, Tv, Giornali...
Bla... Bla... Bla...
La stessa notizia da tutte le parti, bombardamento mediatico sulla notizia che, secondo una visione speciale, può far presa, può interessare.
E la stessa notizia viene "condita" secondo una più o meno manifesta ideologia o, ancor peggio, secondo la presunzione soggettiva di chi la comunica.
E va bene, lo so! Ognuno deve campare e cerca di farlo come può.
Ma permettete che mi giri la testa?
Ah, caro buon vecchio Catone!

"Noli tu quaedam referenti credere semper: exigua est tribuenda fides, qui multa locuntur."(Non credere sempre a chi ti dà notizie: bisogna avere poca fiducia in chi parla molto)





25 marzo 2007

come lucertolina

Eccomi far capolino come una lucertolina che desidera godersi il primo sole primaverile.
A dire il vero qui da me è nuvoloso, ma sento la primavera dentro!
Che sia un miracolo?
E perché no?
Il letargo è stato abbastanza lungo...
Ma se anche non fosse un vero risveglio, sono già lieta di provarne la sensazione.
Pertanto auguro buona passeggiata a chiunque si  soffermi a leggere.



21 marzo 2007

giornata mondiale della poesia

21  Marzo

Giornata  Mondiale  Della  Poesia

Proclamata dall'UNESCO nel 1999








nel rispetto della Poesia taccio




19 marzo 2007

per la festa del papà

        A te,  padre amatissimo
        per la persona speciale
        che ancora rappresenti
        ai miei occhi.




Mi manchi
ma, se mi circondo
di silenzio,
sei ancora qui.


Sfoglio i tuoi spartiti,
sfioro i tuoi quadri
Riascolto le tue parole.
Metto il viso nelle tue mani


                       Grazie!
 



03 marzo 2007

Tu non hai affatto capito

Scannabue - Pentimento


 Tu non hai affatto capito,
mia coscienza esigente, 

che è solo per debolezza
se adesso ho bisticciato con te.

E non hai affatto capito,
quando con disprezzo ti sei vendicata,
che causa di debolezza
non impudenza fu - stanchezza.

E non mi hai capito,
e forse io non ho capito te,
quando ti ho porto la mano
e tu non mi hai porto la tua.

Ma molto bene hai capito
che è la disperazione a portarci
alla perdita del confine, fatale,
tra le forze del bene e del male.
 


Evgenij A. Evtusenko