07 luglio 2005

diete

Il fine giustifica i mezzi? 
Se ho qualche chilo in più sono una cattiva cristiana? 

no comment! 


Non si vive di solo pane: è il motto di milioni di americani in sovrappeso
che hanno tolto i carboidrati dai loro pasti. Ma ora l’ulima moda in fatto
di dieta lli spinge a chiedersi : Che cosa mangiava Gesù?  Questo è il
titolo di uno dei tanti libri sull’argomento che stanno spuntando nelle
librerie statunitensi.


Altri best seller s’intitolano: La dieta del Creatore, La dieta alleluia e
il corpo
secondo Dio. Tutti promettono ai fedeli l’armonia fisica e spirituale,
puntando sul desiderio dei lettori di somigliare a Cristo: “Se volete che il
mondo si ricordi di Gesù”, dice Stephen Arterbrun, autore di Dimagrire per
la vita
, “Vivete come Gesù e assomigliategli. La mia dieta non serve a
piacersi di più, ma a fare in modo che quando la gente ci guarda veda in
noi il volto di Cristo”.
Lo sfruttamento dello spirito religioso per spingere gli americani a
mangiare meglio convince anche i dietologi laici.
In un paese  dove il 65% degli adulti è in sovrappeso, sono pochi i
medici che oserebbero criticare libri che promuovono la dieta
mediterranea e piatti mediorientali genuini come  l’hummus.


( l'hummus è
una crema di ceci con aglio, succo di limone e olio d'oliva).