13 maggio 2005

Oh, mirabil, profondo silenzio

Oh, mirabil, profondo silenzio,
come soli si è ancora al mondo!
Le foreste s’inchinano appena,
come se terre tranquille calcasse il Signore.
Io mi sento rinato:
dove sono miserie e dolori?
Di ciò che sol ieri voleva fiaccarmi
nelle luci dell’alba ho vergogna.
Il mondo con sue gioie e tormenti
voglio or sol, pellegrino gaudioso,
traversar come un ponte con Te,
Signore, mi guidi sul fiume del tempo.
E se, bramoso di plauso terreno, il mio canto
della vanità cerca futil compenso,
infrangimi l’arpa, e tremando
a Te di fronte tacerò in eterno!
                       Joseph Von Eichendorff

Nato a Lubowitz nell’Alta Slesia nel 1788, fu novelliere delicato e non meno delicato poeta: tipico rappresentante della lirica romantica tedesca