25 aprile 2005

lapidazione


KABUL - Una donna afghana di 29 anni è stata lapidata in pubblico per adulterio.
Amina, questo il nome della donna, sarebbe stata colpita a sassate dal marito fino alla morte. Il suo amante è stato frustato per cento volte e poi liberato. 
Si tratta della prima lapidazione dopo la sconfitta del regime dei Talebani. 
L'esecuzione è stata eseguita giovedì nella provincia di Badakhshan, sulla scorta di una sentenza di una corte distrettuale. 
Negli anni '90 la remota provincia del Badakhshan era tristemente famosa per le lapidazioni. La pratica divenne comune con il regime oltranzistadei Talebani. (dal Corriere della Sera)

Non commento...
Ma non posso non ricordare le parole:    "Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra"