01 marzo 2005

Il male di vivere

E’ molto penoso trascorrere una notte insonne.
Ogni pensiero si trasforma in incubo.
Tenti di scacciarne uno, se ne presenta uno nuovo,
con veste da amico
E ti tormenta più del precedente.

Sono troppo lunghe queste notti...


Spesso il male di vivere ho incontrato:
era il rivo strozzato che gorgoglia,
era l'incartocciarsi della foglia
riarsa, era il cavallo stramazzato.
Bene non seppi, fuori del prodigio
che schiude la divina Indifferenza:
era la statua nella sonnolenza
del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.
                                              
                                                      
Eugenio Montale